Gli Istituti Faunistici Pubblici sono istituiti dal Piano Faunistico Venatorio Regionale, ai sensi della L.R. 3/94, che recepisce la L.N. 157/92. La loro gestione è finalizzata alla conservazione e riproduzione della piccola fauna selvatica stanziale, creando un reticolo di aree protette che, grazie alle catture ed all’irradiamento naturale, permetta di affrancare in parte le immissioni di piccola selvaggina allevata.

Gli ATC pisani possono essere considerati, nel campo della gestione faunistica tra i più attivi e lungimiranti, nel panorama regionale toscano. Sono il luogo dove è lecito affermare che è stata fatta della concreta sperimentazione relativa alla piccola selvaggina, in particolare finalizzata al miglioramento della gestione faunistica.